English | Italian

La nostra storia

La storia di Balouo salo nasce da un’amicizia nata nel 2013 tra i due fondatori Raoul vecchio e Jali Diabate. L’incontro tra i due avvenne esattamente quando Raoul, attuale presidente, desiderava fortemente mettere a disposizione di comunità bisognose le sue conoscenze nel campo dell’architettura e ingegneria e Jali, musicista senegalese e interprete, desiderava fortemente aiutare la sua comunità natale. In un incontro fortuito, o forse dettato dal destino, i due parlarono a lungo delle loro aspirazioni e si rispecchiarono fortemente nei valori dell’amicizia, solidarietà e fraternità. Il loro desiderio di aiutare gratuitamente e spontaneamente il prossimo, li unisce in una forte amicizia che porta alla progettazione della prima ispezione della zona del villaggio natale di Jali, Baghere. Sin dalla prima missione in loco furono riscontrate tante problematiche dal punto di vista alimentare, sanitario ed economico, così Raoul e Jali decisero di fondare un’associazione no profit per dare vita ad un arduo progetto di costruzione di un ponte tra i villaggi di Sanoufily e Sambacounda Santo. Raoul iniziò così a progettare ingegneristicamente l’opera coinvolgendo professionisti e università da tutto il mondo, mettendo a disposizione tute le proprie risorse. Quando Raoul e Jali tornarono nell’area beneficiaria per presentare il loro operato umanitario, chiesero ad un anziano locale di aiutarli a scegliere il nome del progetto e dell’associazione. Lui, dopo aver a lungo riflettuto in silenzio, alzò lo sguardo in cielo e disse: “Balouo Salo”. Consapevoli del suo incredibile significato Raoul e Jali acconsentirono e fondarono l’Associazione no Profit Balouo Salo, che fu poi riconosciuta dal Ministero come Onlus.
“Ba” vuol dire “mare” e “mamma”, mentre “Salo” significa “cortile”, come luogo di incontro tra comunità. “Balouo” vuol dire al tempo stesso “vivere” e “vita”. “Salo” significa ponte e preghiera. In queste parole della lingua mandinga risiede quindi il duplice significato di “pregare per vivere” e “ponte per la vita”.


Obiettivi

Balouo Salo ha come obiettivo quello di rispondere a situazioni di urgenze umanitarie e ambientali nei paesi in via di sviluppo attraverso progetti umanitari di beneficenza alimentati da principi di partecipazione, uguaglianza e solidarietà. Non abbiamo alcun scopo di lucro e operiamo gratuitamente per soli fini altruistici. Le attività sono difatti svolte in modo personale da missionari, per l’esclusivo soddisfacimento degli interessi collettivi e sociali delle comunità e per contribuire alla risoluzione delle problematiche che affliggono le famiglie delle aree in cui interveniamo. Abbiamo un indirizzo multidisciplinare (architettura, ingegneria, formazione, psicologia, diritti umani etc) che ci permette di spaziare su diverse tipologie di interventi e di creare processi trasversali volti al miglioramento delle condizioni generali di vita, alimentazione e salute. Contribuiamo alla creazione di una società basata sui valori della solidarietà, amicizia, amore, pace e di cooperazione tra popoli e culture, nel rispetto delle tradizioni, generi e religioni. Oltre a intervenire sul campo attraverso i progetti di settore, promuoviamo azioni per la salvaguardia dell’ambiente, delle culture e delle tradizioni e per la tutala di Diritti Umani fondamentali, attraverso l’organizzazione di eventi che coinvolgono e sensibilizzano la comunità internazionale.


Approccio

Il rispetto e l’integrazione culturale solo elementi cruciali per la riuscita dei nostri progetti, i quali insediandosi in luoghi e villaggi con caratteristiche diverse, hanno ricadute dipendenti dall’approccio culturale e sociale delle comunità. La ricerca sugli equilibri sociali e un approccio trasversale ci permettono di sviluppare una metodologia d’attuazione integrata al contesto per ottimizzare la partecipazione, comprensione e gestione dei progetti, che si traducono in risultati a breve e lungo termine utili ad uno sviluppo territoriale sostenibile. La partecipazione, la conoscenza e la consapevolezza sono fattori di cruciale importanza per la riuscita di un progetto, e per questo sono sempre argomento fondamentale della attività di formazione preliminare, al fine di creare le basi fondamentali per un approccio sostenibile. Tutti i progetti Balouo Salo mirano a creare un sistema organizzativo e conoscitivo che coinvolge tutti i soggetti implicati e che rende i beneficiari protagonisti del progetto. La formazione ed educazione diventa il cuore dei nostri progetti per farli divenire sostenibili e duraturi, fornendo gli strumenti conoscitivi necessari per permettere la gestione delle opere in autonomia e la loro riproduzione. Ogni progetto è quindi accompagnato da un intenso programma di formazione agli adulti ed ai bambini per la sensibilizzazione ed educazione dei principi fondamentali della cooperazione.


Principi

Aiutare vuol dire mettere i beneficiari nelle condizioni di soddisfare autonomamente i propri bisogni. Cooperare vuol dire fare le cose insieme condividendone i principi ed i valori, con l'intento di raggiungere un obiettivo come. Per Balouo Salo la cooperazione è un principio di umana fratellanza a sostegno della solidarietà, come elemento fondamentale per eliminare barriere culturali e disparità. Ogni uomo, ogni donna ed ogni bambino del mondo hanno il diritto alla vita e alla salute, e noi vogliamo creare un mondo in cui non ci siano disparità, in cui tutti possono sorridere e guardare al domani con serenità, regalando un luogo sicuro alle generazioni future. Vivere è un diritto di ogni essere umano, e la nostra cooperazione punta alla solidarietà per soddisfare questo diritto a chi oggi si trova in condizioni disagiate. Quando pensiamo ad un progetto abbiamo sempre lo stesso obiettivo: aiutare e vivere del sorriso degli altri. “La vera felicità è la felicità altrui, per essere felici bisogna aiutarsi, aiutare vuol dire mettere gli altri nelle condizioni di soddisfare i propri bisogni". R. Vecchio (Presidente)


Chi siamo

Raoul Vecchio (President & Founder), Jali Diabate (Honor President & Founder), Moussa Souane (Honor President), Simona Cirami, Mamath Ndiaye, Dario Distefano, Giulia Tizzoni, Antonio Trimarchi, Emanuele Tumminia.

Hanno contribuito alle nostre attività anche:
Nicola Timpanaro, Irma Vecchio, Erasmo Vecchio, Dario Coppolino, Baye Gueye, Federica Iemmolo, Cinzia Distefano, Gianfranco Distefano, Mamath Ndiaye, Ibrahima Mbaye, Aurelio Ghersi, Abdoulaye Gomis, Ibrahima Gomis, Francesco Ruggeri, Sebastiano D'Urso, Vincenzo Spampinato, Sally Nyolo, Grazia Maugeri, Sebastiano Amore, Associazione L'Impulso, Cristina Spina, Bara Dieng, Dario Chillemi, Rosanna Zingherino, Kengo Kuma, Maurizo Caudullo, Ignazio Lutri, Lizzy Privitera, Giuseppe Mazzaglia, Ko nakamura, Pilar Diez, Angelo Ferrara, Rainer Kasik, Ivana Sorge, Cecilia Alemagna,Agostino Ghirardelli, Sebastiano Adragna, Valeria Kerz, Finocchiaro e Iacono, Carmine Chiarelli, Azzurra Muzzonigro, Toshiki Hirano, Angela Campione, Walter Baricchi, Margherita D'Ovido, Celia Zappulla.