English | Italian

Rischi e problematiche dell'immigrazione clandestina

Balouo Salo Raoul Vecchio Localizzazione: Tanaff, Baghere, Simbandi Brassou(Senegal)
Data: 2017
Beneficiari: 6 villagi, 400 persone locali

Il progetto

L’esodo dai villaggi e l’emigrazione clandestina è una piaga che incide fortemente sullo sviluppo dei continenti africani, sullo sviluppo villaggi e sulla preservazione dei territori e delle attività tradizionali. Sono molti i giovani, che, ignari delle difficoltà, iniziano viaggi clandestini all’estero affidandosi ad mercato corrotto che mette a rischio le loro vite. In più di 10 villaggi della regione di Sedhiou in Senegal, abbiamo organizzato delle riunioni per discutere con le comunità, con i giovani e con le madri, il tema dell'immigrazione clandestina, al fine di divulgare aspetti conoscitivi fondamentali alla corretta valutazione dei rischi che si affrontano durante il viaggio. La perdita di vite senza consapevolezza delle reali problematiche è un dolore che troppo spesso le famiglie hanno subito, e in Senegal dove, fortunatamente, non esistono conflitti che obbligano all’emigrazione per trovare la libertà e salvare la propria vita, la strada della clandestinità crea un circolo vizioso che si ripercuote negativamente sul futuro del singolo clandestino, sulla sua famiglia e di riflesso sullo sviluppo del villaggio che vede mancare la parte di società più attiva: i giovani. In queste riunioni abbiamo anche condiviso quali sono le reali condizioni in cui i clandestini affrontano il viaggio, portando esempi e testimonianze di rifugiati incarcerati in Libia, donne e minori violentati, morti e stupri, ma anche illustrare una chiara panoramica su quelli che sono i diritti internazionali per i rifugiati, le differenze tra clandestino, rifugiato e richiedente politico e le procedure che l’Unione Europea attua per la salvaguardia dei diritti umani. L’obiettivo è di portare informazione pulita e conoscenza alle comunità che vedono questo fenomeno trasformarsi in un tragico viaggio della speranza, spiegando che viaggiare con documenti e diritti dei viaggiatori è l’unica strada sicura per cercare lavoro nel mondo e per favorire l’integrazione.


Galleria

Balouo Salo Raoul Vecchio
Balouo Salo Raoul Vecchio