English | Italian

Conoscere gli effetti dei cambiamenti climatici

Balouo Salo Raoul Vecchio Localizzazione: Tanaff, Niagha, Baghere, Simbandi Brassou, Dioudoubou (Senegal)
Data: 2016/17/18
Beneficiari: 20 villaggi, 5.000 persone

Il Progetto

I cambiamenti climatici sono una delle principali cause delle condizioni disagiate delle comunità, in quanto si ripercuotono direttamente e indirettamente sulle condizioni alimentari, sanitarie ed economiche. Sono stati condotti seminari e riunioni in oltre 80 villaggi sugli effetti diretti e indiretti, sulle cause e sulle conseguenze dei cambiamenti climatici e su come potersi adeguare per ridurne le ricadute. Particolare attenzione è stata prestata al caso della Siccità del Sahel e al perpetuare della desertificazione ed erosione quale conseguenza della siccità stessa.
A partire dagli anni ’65 il Sahel è stato investito da una devastante siccità che ha perdurato per decine di anni stravolgendo l’ecosistema e inginocchiando migliaia di comunità. L’aumento delle temperature e la forte diminuzione delle piogge, hanno causato la perdita delle coltivazioni, l’acidificazione del sottosuolo, l’abbassamento della falda acquifera, la desertificazione e altri fenomeni ambientali che si sono direttamente riversati sulle condizioni vitale degli abitanti, tanto che oltre 50 milioni di persone hanno sofferto la carestia e in oltre un milione hanno perso la vita. Nonostante oggi la siccità sia parzialmente ridotta, i suoi effetti e i continui cambiamenti climatici portano a un continuo, lento e irreversibile degrado che continua a causare gravi emergenze.
Nella Regione di Sedhiou, ove interveniamo, i cambiamenti climatici hanno causato la nascita di un raro fenomeno ambientale che comporta gravissime ricadute sociali, infatti: le maree dell'Oceano Atlantico inondano terreni coltivabili e contaminano l'acqua dei pozzi. Nelle aree prettamente rurali dove l'agricoltura è l'unica fonte di sostentamento, le comunità soffrono malnutrizione, malattia e povertà. In una delle vallate più grandi del fiume Casamance, la vallata di Tanaf, le maree hanno distrutto 10.000 ettari di risaie e causato gravissimi disagi a 80.000 persone in 350 villaggi. Oggi, in quest'area dimenticata dal mondo, l'87% della popolazione è malnutrita, il 92% povera, l'85% dei bambini soffre un ritardo di crescita, il 70% delle malattie è dovuto al fenomeno descritto per contaminazione della falda, la mortalità infantile è la più alta del paese e l'aspettativa di vita è di soli 65 anni.
Conoscere le cause e conseguenze dei cambiamenti climatici è fondamentale per guardare il futuro con consapevolezza e speranza e per programmare interventi mirati locali che possano permettere le comunità di rispondere ai disastri ambientali, gestendo le risorse naturali e migliorando le proprie condizioni di vita.


Galleria

Balouo Salo Raoul Vecchio
Balouo Salo Raoul Vecchio
Balouo Salo Raoul Vecchio