English | Italian

To fight climatic change

Balouo Salo Site: Region de Sedhiou, Senegal, Africa
Start project: 2019
Our support: seeding, advice, assistance, awareness
Drafting and analysis: Raoul Vecchio, Dario Distefano
Status: Working progress
Donators: Privates, 5x1000, Il Mio Dono, Kaira Looro
Partnets: Jamm Senegal
Beneficiaries: 15.000 indirects


The project

Da oltre 50 anni si parla di cambiamenti climatici e di come questi siano direttamente e indirettamente influenzati delle azioni dell’uomo. Effettivamente la principale causa di emissione di CO2 sono le attività antropiche, tanto che la concentrazione è passata da 280 parti per milione nell’epoca preindustriale alle 440 ppm del 2017 . Secondo i dati del WMO (Organizzazione metereologica mondiale) la temperatura media del 2016 è stata di 1,1° in più sempre rispetto all’epoca precedente alla rivoluzione industriale (1880); siamo vicini a quei +2° che gli scienziati definiscono il punto di non ritorno, oltre i quali dobbiamo aspettarci risvolti catastrofici. Gli effetti più tangibili e devastanti dei cambiamenti climatici hanno già da una ventina di anni iniziato a lasciare macchie indelebili nelle comunità, avvertendo la società sulla gravità della situazione e sulla necessità di adottare misure globali di prevenzione. Sulle basi di queste considerazione nasce il progetto in oggetto che punta alla piantumazione di una foresta/parco in una zona del sud del Senegal toccata dai cambiamenti climatici i cui effetti sono desertificazione, contaminazione della falda, aumento delle temperature, acidificazione del suolo, salinizzazione delle acque. Tale area permetterà di creare un modello esportabile in tutto il paese, e favorirà la nascita di un microclima che può, contribuire alla preservazione dell’ambiente attraverso un maggiore assorbimento di CO2, una miglior raffrescamento del bacino, una risalita della falda e depurazione del sottosuolo. Le conseguenze di questi gravi fenomeni ambientali sono una delle maggiori cause del degrado sociale, delle condizioni economiche disagiate, delle malattie, della perdita di allevamenti e pesca con conseguente malnutrizione. Attraverso questo progetto si intende avviare un processo di riforestazione e recupero delle condizioni climatiche, favorendo così la creazione di un clima favorevole all'uomo e all'ambiente, rigenerando l'ecosistema.
Il progetto vuole essere un invito alle comunità locali e internazionali di attivarsi per produrre modelli di rigenerazione e recupero ambientale, preservando così il nostro pianeta e migliorando le condizioni di vita delle comunità in difficoltà. L’insediamento di una nuova foresta o parco naturale è da legare fortemente oltre che alle tematiche ambientali e all’impatto sociale e anche ad un impatto sul territorio di natura urbana, e che per tale motivo capace di influire direttamente o indirettamente nello sviluppo del territorio attraverso una moltitudine di attività collaterali. Il parco frutto del progetto viene quindi ideato per essere una zona aperta alla comunità e ad eventuali visitatori, un luogo da esplorare conoscere e vivere, per riappropriarsi del territorio e riscoprire il naturale legame che esiste tra uomo e natura. La piantumazione dei nuovi alberi sarà difatti regalate dalle necessità della specie e tra loro messe in relazione da percorsi naturalistici, didattici e are di sosta. L’obiettivo del parco è anche di consentire la riappropriazione della natura, conoscerla e imparare a rispettarla come elemento fondamentale per la vita dell’uomo e del pianeta in generale. Il parco diverrà un luogo fruibile a chiunque, accogliente e in stretto rapporto con la natura e con il paesaggio anche nel suo linguaggio architettonico, fatto senza uso di materiali inquinanti.


Il contesto di intervento e gli obiettivi

Il Senegal è un paese che sta fortemente subendo i cambiamenti climatici con conseguenze devastanti per le comunità rurali. La deforestazione, l'erosione costiera, morte delle risarie, salinizzazione dei fiumi, morte dei pascoli sono le conseguenze di un ecosistema che sta lentemente degradandosi a causa dell'inquinamento globale. Nel sud del Senegal non esistono infrastrutture che permettano alla comunità di contrastare e resistere ai cambiamenti climatici così le conseguenze incidono fortemente sulle condizioni di vita delle popolazioni che soffrono malnutrizione, malattia e povertà. Malnutrizione e povertà perchè il contesto è prettamente rurale e quindi la mancanza o l'impoevrimento delle attività agricole causa mancanza di approvvigionamento alimentare ed economico per il sostentamento. Problemi di salute causati pe ril 60% dalla contaminazione delle acque dei pozzi che sono devastate da effetti microbiologici dovuti all'impoverimento del suolo, la sua acidificazione e contaminazione. Il progetto intente offrire un modello di risposta ai cambiamenti climatici attraverso la coltivazione di specie arboree e la creazione di una nuova zona verse capace di assorbire CO2, decontaminare la falda acquifera e il terreno, e creare un microclima fresco e salutare per il miglioramento della qualità della vita e della salute nella comunità. La zona di intervento ha un bacino di utenza di 30.000 persone e 20 villaggi. L'assorbimento del CO2, la risalita della falda e la decontaminazione del suolo o ancora la creazione di un microclima fresco e naturale ha un impatto nell'area circostante il parco in un raggio di 8 km, toccando 15.000 persone. Il recupero dei campi agricoli e decontaminazione della falda generati dalla presenza del parco avranno poi indirettamente, un impatto su una comunità di 25.000 persone.


Galleria

Balouo Salo
Balouo Salo
Balouo Salo
Balouo Salo
Balouo Salo
Balouo Salo
Balouo Salo
Balouo Salo