Centro Polivalente Culturale e Museo delle tradizioni

Comune di Tanaff, Senegal, Africa

Stato del progetto: in costruzione.
Sponsor e donatori: 5x1000, Kaira Looro, Donatori privati, Unifix, Pollination project, 8x1000 UCEBI, Africa Baches, Archimede stampe.
Progetto architettonico: Raoul Vecchio.
Partner e collaborazioni locali: Comune di Tanaff, Commissione Cultura del Comune di Tanaff, Jamm Senegal, Associations des Femmes de Tanaff, Ecole Tanaff 1, Eau et Forex Tanaff, Tanaff naa Banko, Equipes de Tanaff.
Collaborazioni e consulenze: Simona Cirami, Fossar Soaune, Dario Distefano, Jali Diabate, Filippo Condorelli. Gestione del progetto: Raoul Vecchio.
Team di costruzione: Raoul Vecchio, Mamath Ndiaye, Malan Saminanko, Omar Faty, Ousmane Ballo, Aliou Korobong, Mamadou Kande, Amadou Kouyate, Moussa Kouyate (soudeur), Ismaile Biaye (minusiere).
Numero beneficiari: 15.000 diretti, 40.000 indiretti.

Il progetto punta alla realizzazione e organizzazione di una infrastruttura a Tanaff, nel Sud del Senegal, destinata ad accogliere attività di formazione e sviluppo del territorio, promozione e conservazioni delle culture e tradizioni del Senegal come fattore di sviluppo. Sarà realizzato un complesso di 5 edifici per un totale di 800 metri quadri al chiuso e 1200 metri quadri di open space. Ci saranno: degli uffici, un museo delle culture e tradizioni, una sala di formazione e una sala riunione, i servizi e due piazze pubbliche (uniche nel dipartimento) per lo svolgimento di attività ed eventi all'aperto ma anche per favorire la socializzazione e l'incontro delle comunità.

L'obiettivo del progetto è rafforzare il quadro educativo e culturale, ospitare e organizzare eventi formativi, seminari, corsi ma anche tutelare oggetti del patrimonio culturale locale che sono i stato di abbandono, pertanto valorizzarli a favore dello sviluppo culturale ed economico. ll progetto è costruito con un team di persone beneficiarie appositamente formate da Balouo Salo sull'architettura sostenibile. L'architettura , infatti, diventa un'opportunità di formazione e sensibilizzazione della comunità e valorizzazione delle risorse naturali del territorio, in quanto il progetto prevede l'esclusivo utilizzo di materiali naturali ed entro un raggio di 15km per limitare l'impatto ambientale e generare redditività sul territorio.

L'architettura è un modello di costruzione ecologico e usa la tecnologia conosciuta come "earthbags" ovvero la sovrapposizione di sacchi riempiti di terra che costuisce un metodo di costruzione ecologico, che valorizza le risorse naturali a km 0 e migliora il comfort ambientale nell'aspetto igro-termico e acustico, fornendo pertanto un modello di costruzione votato al miglioramento delle condizioni di vita e risposta ai cambiamenti climatici in quanto l'uso del cemento è ridotto del 90% rispetto un qualsiasi altro cantiere.
La costruzione, inoltre, diventa un luogo di formazione e partecipazione di maestranze e associazioni locali che potranno, così, apprendere una nuova tecnologia sostenibile ed economica a favore di uno sviluppo sostenibile dei villaggi
Una volta che il progetto sarà terminato si stima un'affluenza numerosissima da tutto il Sud del Senegal, che potrà favorire la crescita del territorio anche sul piano turistico. La gestione degli spazi sarà affidata a un comitato di locale composto da tutti i rappresentanti della comunità e le istituzioni, tra le quali il Comune di Tanaff e la commissione cultura del comune.


SOSTIENI ADESSO IL PROGETTO

Obiettivi del progetto

Realizzare un architetture modello internazionale di sostenibilità

L'infrastruttura sarà unica in tutta la regione non solo per l'attività che ospiterà ma anche per la sua tecnologia costrutto a quale costituisce un modello internazionale di sostenibilità e di risposte cambiamenti climatici, che valorizza le risorse del territorio e minimizza l'impatto ambientale.

Organizzare attività socio-culturali per lo sviluppo

L'obiettivo fondamentale del progetto è quello di ospitare attività socio culturali e formative quali seminari, convegni, corsi di formazione destinati a migliorare il quadro culturale del territorio e favorire così lo sviluppo sostenibile.

Conservare le ricchezze della tradizione

Il centro è dotato di un museo che ha l'obiettivo di conservare e promuovere oggetti della tradizione a rischio scomparsa per renderli fattore di sviluppo virgola di turismo e quindi crescita economica virgola e di formazione per le nuove generazioni.

L'impatto sul territorio

Il Centro Polivalente Culturale e Museo delle culture e delle tradizioni è posizionato in un'area strategica, sulla strada principale a pochi metri dal mercato che nel weekend diventa luogo di richiamo da tutta la regione, di fronte la chiesa, a pochi metri dalla moschea e accanto la Radio di Tanaff. Chiunque viva o visiti Tanaff potrà usufruire del centro e delle attività culturali che ospita. Il progetto si sviluppa su una pianta studiata per ottimizzare l'isolamento termico, il controllo dei venti e delle acque piovane. Sono presenti 5 volumi coperti da una sovrastruttura utile a ombreggiare e ventilare gli ambienti sottostanti. Questi volumi creano in totale quasi 600mq al chiuso e 700 al coperto in open space, e si dividono in una sala riunioni, una sala formazione, il deposito/ufficio, i bagni/docce e il museo delle culture e delle tradizioni.
La realizzazione di questo progetto ha una ricaduta trasversale sulla comunità perché abbraccia svariati aspetti sullo sviluppo, coinvolgendo un pubblico di beneficiari molto ampio e variegato, seppur il centro sia destinato principalmente ai giovani della regione. La mancanza di uno spazio educativo che promuova la cultura è ad oggi una lacuna del territorio. La crescita e lo sviluppo di un luogo si basa fondamentalmente sulla consapevolezza e sulla conoscenza dell’uomo, quali elementi fondamentali per creare un processo di sviluppo sostenibile e duraturo. In assenza di attività rivolta alla formazione, sensibilizzazione e responsabilizzazione trasversale, la crescita e maturazione dei giovani viene fortemente limitata. La creazione di tale spazio vuole dunque essere uno sprono e una motivazione per i giovani, attraverso una serie di attività polivalenti che si svolgeranno al suo interno rivolte alla sensibilizzazione, educazione, scambio culturale, formazione professionale, sviluppo, accompagnamento all’impresa, preservazione e tutala della cultura e delle trazioni etc. Puntare sulle potenzialità locali per valorizzarle e rigenerarle a favore dello sviluppo, è la finalità ultima del centro. All’interno della struttura sarà previsto anche uno spazio espositivo dedicato alla cultura e alla tradizione, in cui saranno tutelati e promossi oggetti a rischio scomparsa ma che tuttavia sono caratterizzanti di un luogo, ne sono l’identità e la ricchezza, e pertanto utili alla crescita dei giovani ma anche a uno sviluppo turistico. Oltre agli aspetti positivi legati alle attività che si svolgeranno al suo interno, la fase di realizzazione è anche un laboratorio a cielo aperto attraverso l’uso di tecnologie costruttive che fanno esclusivo impiego di materiali naturali per migliorare le condizioni di vivibilità, essere coerenti con il dispendio della risorsa economica in un’area disagiata, valorizzare la natura ed entrare in stretto rapporto con l’ambiente. La partecipazione alla costruzione da parte di muratori locali, appositamente formati da Balouo Salo, ma anche donne e volontari mostrerà una nuova tecnologia che potrà quindi essere acquisita dalla comunità per favorire una crescita più sostenibile del villaggio.

Tecnologia costruttiva unica nel territorio

Costruzione in sacchi di sabbia Il Centro è realizzato con una tecnologia altamente sostenibile e naturale, attraverso l’uso di materiali non inquinanti e presenti in un raggio di 5km. Grazie questa tipologia di architettura, unica in Africa, il processo costruttivo e la vita utile della costruzione ha un impatto nullo sull’ambiente, con una dispedio economico notevolmente inferiore rispetto alle costruzioni normalmente utilizzate le quali sono poco accessibili alle comunità locali, inquinano e non permettono lacreazione di ambienti poco confortevoli, perchp non sono in grado di isolare termicamente gli ambienti. Grazie alla realizzazione di muri di 55cm di sabbia e 20 di finitura in terra, si avrà un muro capace di isolare dal freddo e caldo, e migliorando la temperatura interna di 10/15° C. I muri sono realizzanti con sacchi riempiti di sabbia locale dentro una cassaforma in ferro appositamente realizzata a Tanaff. Dentro la cassaforma la sabbia viene inumidita e compattata. Il sacco viene poi cucito ottenendo la lunghezza desiderata e sollevando la cassaforma in ferro il sacco esce per forza gravitazionale e si distende nello strato inferiore. LA presenza di un filo spinato tra uno strato e l’altro permette l’adesione tra i sacchi il cui peso è di 150kg ciascuno. Dopo che il sacco disteso viene compattato con una pressa manuale e livellato su tre direzioni. Sul piano verticale i sacchi vengono messi in sicurezza con un incrocio di corde e legatura. Il muro viene così innalzato sino all’altezza desiderata.

Finitura in terra cruda stabilizzata e paglia La finitura è prodotta in loco con tutti i materiali naturali: terra rossa, sabbia e paglia. L'utilizzo di questi materiali permette di preservare l'ambiente, di ridurre i costi di costruzione e di migliorare la durabilità dell'architettura, ma soprattutto di migliorare il comportamento isolante dell'edificio. La finitura, con il suo spessore totale di 10 cm, protegge le borse e favorisce l'isolamento termico e la traspirabilità dei capi, creando ambienti confortevoli. La finitura è il risultato di un impasto di terra rossa, sabbia e paglia che vengono dosati in base alle prove effettuate sui materiali. L'impasto viene preparato al pomeriggio (fase 1) e lasciato riposare una notte per permettere all'argilla di assorbire l'acqua e alla paglia di inumidirsi. Il giorno successivo si aggiunge cemento al 5% per stabilizzare il prodotto e quindi si applica manualmente la finitura sui sacchi (fase 2). Si creano 3 mani di finitura. Il primo serve per livellare gli spazi tra le borse. Il secondo è uno strato di supporto per proteggere le borse. La terza ed ultima mano è la finitura terminale che viene levigata e livellata quindi inumidita per 20 giorni per favorire una lenta essiccazione e una migliore adesione della pasta all'edificio.

Materiali naturali a km 0 Tutti i materiali principali utilizzati per la costruzione sono repertiti nel sito di costruzione e nei villaggi limitrofi limitando così l'impatto ambientale ed economico del progetto

Autocostruzione con la comunità beneficiaria Il progetto è stato realizzato in auto-costruzione e con la partecipazione della comunità beneficiaria. Le associazioni delle donne, le scuole, le associazioni giovanili e le squadre di calcio hanno ripetutamente preso parte al cantiere attraverso giornate di partecipazione comunitaria, coinvolgendo centinaia di volontari nel villaggio.

Localizzazione del progetto: Tanaff, Senegal

>

Partner e grandi donatori

Fasi di costruzione

Team e partecipazione comunitaria

Supporta il progetto con

Dona ora

E' possibile sostenerci con una donazione spontanea occasionale o periodica tramite carta, paypal o bonifico bancario. La tua donazione sarà interamente utilizzata per l'acquisto dei materiali necessari ai progetti e sarà detraibile fiscalmente.

5x1000

Inserendo il nostro codice ficale 90054350872 nella tua dichirazione dei redditi ci sostieni in modo semplice e gratuito. Il 5x1000, infatti è una quota IRPEF che se non destitata andrà allo stato e il suo valore viene calcolato in base allo stipendio e reddito.

Organizza una raccolta

Puoi avviare una raccolta fondi per noi tramite Facebook o Instagram, in occasione del tuo compleanno, della tua laurea o semplicemente per sostenere la nostra causa. Sarai tu a decidere quanto raccogliere e il 100% della raccolta viene donato.

Fai una donazione