Pozzo di Talicourtou

Villaggio di Talicourtou, Comune di Baghere, Senegal, Africa

Stato: Completato nel 2022
Donatori: Donatori privati, 5x1000, Il Mio Dono, Kaira looro, 8x1000 UCEI
Collaborazioni Senegalesi: Comune di Baghere, Atelier di MOussa Kouyate, Comunità locale
Numero di beneficiari: 3 villaggi, 1.500 persone

Nel villaggio di Talicourtou (Comune di Baghere, Regione di Sedhiou, Senegal) abbiamo realizzato un pozzo solare avente un impianto di decontaminazione e sterilizzazione UV per favorire l’accessibilità all’acqua potabile e contribuire al miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie del luogo. La comunità beneficiaria è, infatti, une delle più svantaggiate dell’intero paese, essendo localizzata in un'area rurale della Regione di Sedhiou, tra le meno sviluppate. Qui l’accessibilità ai servizi primari quali strutture mediche e pozzi con acqua potabile sono assenti, per cui la popolazione è costretta a rifornirsi da risorse idriche spesso contaminate dai cambiamenti climatici, dall'erosione e dal fatto che, in mancanza di reti idriche e fognarie, l'intera comunità smaltisce i rifiuti domestici in strada, in natura o in discariche illegali. L’aspettativa di vita è di 65-68 anni, e la mortalità infantile ha il tasso più elevato del paese, da cui si evince la necessità e l’urgenza di rispondere a queste problematiche favorendo l’accessibilità all’acqua potabile.
Questo progetto ha migliorato considerevolmente lo stato di salute generale evitando l’insorgenza di infezioni e malattie come diarrea, giarda e colera, normalmente diffuse specialmente tra i soggetti più vulnerabili tra cui bambini, donne incita e anziani. Inoltre grazie al fatto di essere un pozzo profondo stato possibile anche permettere alla comunità di accedere all'acqua anche nella stagione secca.


SOSTIENI ADESSO IL PROGETTO DONA ANCHE TU UN POZZO

L'impatto del progetto

riduzione di casi di diarrea

Grazie alla presenza del filtro di decontaminazione e quindi la restituzione di acqua priva di virus e batteri i casi di diarrea di minori nel villaggio si sono considerevolmente ridotti i quali portano benefici in termini di prevenzione alla malnutrizione e mortalità infantile che nella zona al più alto tasso del paese.

persone che bevono acqua filtrata

Le condizioni di povertà diffusa e la mancanza di infrastrutture fa si che è sia inaccessibile l'acqua potabile. grazie alla presenza del pozzo chiunque nel villaggio e chiunque sia di passaggio può gratuitamente riempire bidoni e bottiglie per avere gratuitamente acqua potabile per la famiglia.

riduzione dei tempi di approvvigionamento

I pozzi tradizionali si svuotano rapidamente determinando la necessità di reperire in altri villaggi l'acqua durante la stagione secca. Con la presenza del nostro pozzo la presenza idrica è molto più importante questo evita che le famiglie debbano percorrere chilometri per recuperare l'acqua.

Il progetto

Il pozzo realizzato è un fossa di 18 metri. Lo scavo è protetto dall'erosione e dai crolli tramite dei cilindri in cemento armato. La fossa si riempe d'acqua grazie alla pressione idrica della falda sotterranea e verrà ricaricata stagionalmente in funzione del ciclo delle piogge, inoltre essendo un pozzo ben più profondo di quelli tradizionali l'acqua è meno inquinata ed è presente una minore quantità di residui fissi.

Dentro la fossa è statao installata installata una pompa sommersa a 24v alimentata ad anergia solare tramite una piccola stazione fotovoltaica, dotata quindi di pannellli solari da 250w (in funzione della profondità) e delle batterie che permettono l'accumulo e il riuso dell'energia solare in qualsiasi momento della giornata. Il tutto viene controllato con una stazione di controllo e un regolatore solare e inverter. L'acqua estratta dalla pompa viene mandata in un sistema di filtraggio a fasi: un primo filtraggio avviene grazie un pre-filtro a membrane che elimina sedimenti e polveri, l'acqua passa poi attraverso un tubo Inox con una lampada UV che sterilizza l'acqua ed elimina i batteri ( si tratta della stessa sterilizzazione normalmente fatta per sterilizzare gli stumenti chirurgici). L'acqua sterilizzata viene, infine, mandata in un filtro a membrane osmotiche che elimina il 98% dei batteri tra cui ad esempio colera, stafilococco e giarda. L'acqua uscente dall'osmosi viene inviene raccolta in due bacini sterili per essere pronta all'uso della comunità.

Partecipazione della comunità beneficiaria
Il progetto è stato realizzato con la diretta partecipazione della comunità locale, al fine di creare una consapevolezza e conoscenza sulle tematiche ambientali e i fenomeni che causano la contaminazione della falda acquifera, nonchè sulle pratiche di buona gestione della risorsa idrica, essendo l'area di intervento a rischio desertificazione.

Il comitato di gestione locale
Il pozzo è gestito da un comitato locale opportunamente formato . Tale comitato è composto da componenti della comunità beneficiaria ovvero il capo villaggio, le autorità religiose, i rappresentanti dei giovani e delle donne . Il comitato ha ricevuto una formazione sulla gestione della risorsa e sulla manutenzione dei filtri e della pompa solare , esso si occupa quindi del corretto funzionamento e della raccolta dati necessaria a valutare nel tempo l'impatto del progetto.

L'architettura
Il progetto è stato sviluppato con un'architettura sostenibile e naturale che ha permesso di fare formazione e coinvolgere la comunità e le maestranze locali. Nei pozzi che realizziamo, per noi è fondamentale realizzare un'area circostante che permetta alla comunità di individuare il pozzo e conferirgli una riconoscibilità, così da dare valore e tutela alla risorsa idrica. Per questo motivo come in tutti gli altri pozzi realizzati, è stata realizzata un'architettura realizzata con la tecnologia dei gabbioni di pietra, ovvero una tecnica a secco e che permette una lunga durata. Con i saldatori locali è quindi stata realizzata la struttura dentro la quale sono poi state messe a secco le pietre recuperati nella cava del villaggio. Lo spazio permette di recuperare acqua all'ombra, ed è dotato di un locale tecnico che ospita i filtri e l'impianto solare, facilitando la manutenzione e il monitoraggio. Il team di costruzione, come sempre, è composto da persone del posto ovvero il team di cantiere di Balouo Salo ed è stata accompagnata da tutta la comunità beneficiaria in lavorazioni che richiedevano una partecipazione di massa.

Benefici e Obiettivi

Con la realizzazione di un nostro pozzo il 60-70% delle malattie dovute alle acqua contaminate viene notevolmente ridotto. La popolazione, a seguito della costruzione, attingerà pertanto ad una fonte d'acqua potabile depurata e sterilizzata e l'impatto sociale sarà evidente specialmente nei casi di riduzione di diarrea, mortalità infantile e infezioni per i bambini aventi un'età compresa da 2 a 10 anni. Con l'entrata a regime del pozzo e la stabilizzazione delle condizioni sanitarie i risultati si stabilizzeranno nel lungo termine.

Bambini (sotto i 5 anni di età), anziani (sopra i 60 anni) e donne incita, sono i soggetti più a rischio per la contrazione di malattie e infezioni dovute all'abbeveramento da acque contaminate, le quali possono portare danni nel breve e nel lungo termine. Nel grafico accanto, si mostra come la percentuale di questi soggetti a rischio è tra il 70 e l'85%, mentre con la realizzazione del pozzo tale percentuale di stima sarà ridotta sotto il 20%, consentendo pertanto di ridurre il rischio di mortalità e malnutrizione infantile, aumentare l'aspettativa di vita e evitare l'indebolimento delle madri e allattanti, il quale è spesso causa di malnutrizioni, malattie e mortalità per i neonati e per le madri stesse.

L’obiettivo fondamentale è permettere l’accesso all’acqua potabile ad una comunità di circa 2.500 persone nei villaggi di Talicourtou, Sare Sambel, Dourdjounne, Medina Diallo, Nioro, secondo una diretta e indiretta influenza. Favorendo la distribuzione dell’acqua potabile, priva di virus e batteri, si offre una soluzione sostenibile e fondamentale per la lotta alla mortalità infantile, per il miglioramento della salute pubblica e per l’aumento dell’aspettativa di vita. Il pozzo viene realizzato secondo metodologie moderne per permettere di arrivare in profondità ed avere così acqua a sufficienza anche nelle stagioni secche quando molti pozzi tradizionali si svuotano.

Con la realizzazione del pozzo il 62% delle malattie dovute alle acqua contaminate viene notevolmente ridotto. La popolazione, a seguito della costruzione, attingerà pertanto ad una fonte d'acqua potabile depurata e sterilizzata e l'impatto sociale sarà evidente specialmente nei casi di riduzione di diarrea, mortalità infantile e infezioni per i bambini aventi un'età compresa da 2 a 10 anni. Con l'entrata a regime del pozzo e la stabilizzazione delle condizioni sanitarie i risultati si stabilizzeranno nel lungo termine.

La realizzazione del progetto permetterà di perseguire i seguenti obiettivi e benefici:
- Permettere il gratuito accesso ad acqua potabile, filtrata e depurata ad una vasta comunità di oltre 5 villaggi;
- Migliorare le condizioni di salute della comunità;
- Ridurre i casi di mortalità infantile dovuta a colera giarda e diarrea (conseguenza dell’acqua contaminata negli altri pozzi);
- Favorire l’accesso all’acqua anche nella stagione secca;
- Ridurre le distanze per l’approvvigionamento dell’acqua potabile.

Bacino di influenza dei baneficiari

Il progetto è localizzato nell'estremo sud del Senegal, nella regione di Sedhiou, una delle più svantaggiate e meno sviluppate a livello nazionale. Il villaggio di Talicourtou, che beneficia del progetto, è circondato da altri 4 villaggi aventi le stesse problematiche e distanti 1-2 km da Talicourotu. In un raggio di 2km vivono 2.200 persone, le quali possono considerarsi beneficiari diretti del progetto. Inoltre, la vicinanza del villaggio demograficamente più importante della zona (Tanaff con 9.000 ab) e la presenza di altri 5 villaggi raggiungibili attraversando Talicourtou, rende il bacino di beneficiari indiretti ancora più ampio, stimabile a circa 4.500. Qui la totalità della popolazione è povera (98%) e non ha accesso ad acqua potabile (90%); il 60% della popolazione vive in abitazioni senza accesso all'elettricità, il 70% dei ragazzi lascia la scuola prima del liceo. Il tasso di malnutrizione infantile è tra i più alti del paese e 2 bambini su 3 sono a rischio malnutrizione, da cui ne deriva un percentuale di mortalità superiore alla media nazionale. Nell'immagine sotto la cartografia con i villaggi direttamente interessati alla realizzazione del pozzo.

Posizione del progetto: Talicourtou, Senegal

Galleria

Supporta il progetto con

Dona ora

E' possibile sostenerci con una donazione spontanea occasionale o periodica tramite carta, paypal o bonifico bancario. La tua donazione sarà interamente utilizzata per l'acquisto dei materiali necessari ai progetti e sarà detraibile fiscalmente.

5x1000

Inserendo il nostro codice ficale 90054350872 nella tua dichirazione dei redditi ci sostieni in modo semplice e gratuito. Il 5x1000, infatti è una quota IRPEF che se non destitata andrà allo stato e il suo valore viene calcolato in base allo stipendio e reddito.

Organizza una raccolta

Puoi avviare una raccolta fondi per noi tramite Facebook o Instagram, in occasione del tuo compleanno, della tua laurea o semplicemente per sostenere la nostra causa. Sarai tu a decidere quanto raccogliere e il 100% della raccolta viene donato.

Fai una donazione